La Metralli - musica da camera per nuotatore

26 febbraio 2016: Musica da camera per nuotatore [concerto in tre tempi per una soirée de poche]

26 Febbraio 2016

Maison Ventidue è lieta di presentare e inaugurare il nuovo ciclo di concerti d’appartamento nella formula soirée de poche.

Musica da camera per nuotatore [concerto in tre tempi per una soirée de poche] de La Metralli vuole essere la particolare occasione per la band di saggiare in chiave acustica alcuni brani in anteprima del disco in uscita nel 2016, suonato per l’occasione con voce /contrabasso / violoncello / due chitarre acustiche/ percussioni.
La scelta di un ambiente intimo, che contrasta con le sonorità più ruvide della futura pubblicazione, ricercherà nella dimensione domestica di Maison Ventidue il senso e l’ intenzione dei nuovi brani con un pubblico molto vicino, invitato ad ascoltare e a nuotare insieme a La Metralli.

Durante il live verranno effettuate delle riprese video e audio a cura di Fabio Fiandrini, che andranno a costituire il video ufficiale di un inedito in chiave acustica del nuovo disco de La Metralli.
__________________________________________________

☞ 26 febbraio 2016

repliche:
☞ ore 19.30 | ore 21.30 | ore 23.30
prenotazione obbligatoria a lamaison22@gmail.com | posti limitati***

contributo a sostegno del nuovo album de La Metralli > 10eu.

_________________________________________________

La soirée de poche sarà accompagnata da La felce e la valigia con piccole incursioni di:

Bianco nascosto. Disegni tra le righe di Che ti sia lieve la terra
Tavole illustrate di Sara Garagnani, installazione di parole e testi di Chiara Neviani

Video installazione per uno spettatore solo
Regia Camilla de Concini, disegni di Sara Garagnani, animazione e montaggio Marcella Menozzi, musiche Meike Clarelli

_________________________________________________

 

Vai all’evento Facebook 

Festival Filosofia 2015, “Rivestimenti d’autore”

Foto di Milena Taneggi

Foto di Milena Taneggi

Venerdì al festival della Filosofia a Sassuolo.

Oltre ai brani dell’ultimo disco e qualche assaggio di quello in preparazione, rivisitazioni di brani di cantautrici italiane dagli anni 60 in poi, in chiave Metralli. L’avantique nella sua forma più trasparente.
Risveglia la fame di filosofia, forse nata e addormentata in un minuto, in quel periodo di quell’anno in cui sceglievi la facoltà da seguire.

 

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi

  • Foto di Milena Taneggi

    Foto di Milena Taneggi